Economia
Equilibrata

Un sistema completo in grado di rispondere in modo efficace e razionale ai bisogni del pianeta e di tutti i suoi abitanti.

Ricerca

Contatti

Via Poit, 8
Salorno (BZ)
info@economiaequilibrata.it
00 (123) 456 78 90

Seguici

Panama concede diritti legali alle tartarughe marine, promuovendo il movimento dei “diritti della natura”

Panama concede diritti legali alle tartarughe marine, promuovendo il movimento dei “diritti della natura”

Su una spiaggia panamense molto dopo il tramonto, un gruppo di studenti universitari scava nella sabbia per trovare un nido di tartaruga marina.
Fanno l’inventario del successo della schiusa e controllano la presenza di eventuali piccoli sopravvissuti bloccati sul fondo del nido.

Gli studenti hanno lavorato sotto la guida di Callie Veelenturf, che ha fondato un gruppo che lavora per proteggere le tartarughe liuto e ha fatto pressione per la promulgazione di una nuova legge a Panama che garantisca alle tartarughe marine il diritto legale di vivere e avere il libero passaggio in un ambiente sano.

La nuova legge “consentirà a qualsiasi cittadino panamense di essere la voce delle tartarughe marine e di difenderle legalmente”, ha detto Veelenturf.
Quando il presidente di Panama ha firmato la legge a marzo, è stata una vittoria per le persone che hanno a lungo sostenuto che gli animali selvatici dovrebbero avere i cosiddetti diritti della natura che riconoscono il loro diritto legale di esistere e prosperare e consentire azioni legali se tali diritti venissero violati.

Erica Lyman, professoressa di diritto clinico e direttrice della Global Law Alliance for Animals and the Environment in Oregon afferma:
“Questo è un tentativo di un nuovo tipo di inquadratura che offre speranza”.

Le leggi sulla protezione della fauna selvatica in genere vengono approvate quando determinano benefici per gli esseri umani, dice Lyman.

La legge di Panama considera invece ciò di cui hanno bisogno le tartarughe marine e il fatto che gli esseri umani dovrebbero frenare il loro comportamento per soddisfare tali bisogni.

La legge conferisce alle tartarughe marine il diritto a un ambiente privo di inquinamento e altri impatti umani che causano danni fisici o alla salute, come il cambiamento climatico, la cattura accidentale, lo sviluppo costiero e il turismo non regolamentato.

La nuova legge di Panama è arrivata dopo che la più alta corte dell’Ecuador nel 2022 ha stabilito che gli animali selvatici sono titolari di diritti ai sensi delle disposizioni costituzionali per i diritti della natura.

Indipendentemente dal fatto che il pensiero alla base della legge di Panama si diffonda più ampiamente o meno, è un aiuto fondamentale per le tartarughe marine in quel paese, che ha alcuni dei luoghi di nidificazione più importanti al mondo.

La Sea Turtle Conservancy sta già citando la nuova legge per chiedere alla polizia di Panama e ai gestori delle risorse naturali di intervenire in un sito critico di nidificazione delle tartarughe liuto che subisce un’intensa pressione da parte dei cacciatori di uova.

Quando la pandemia ha fermato l’ecoturismo, le persone che hanno perso la loro principale fonte di reddito hanno iniziato a raccogliere uova di tartaruga marina e alcune tartarughe nidificanti da vendere per la carne e i loro gusci, ha affermato David Godfrey, direttore esecutivo della conservazione con sede in Florida.
È diventata una crisi: in una spiaggia veniva prelevato fino al 90% delle uova, ha detto.

I gruppi per la protezione delle tartarughe, inclusa la tutela, hanno fatto pressioni perché una legislazione offrisse una chiara protezione alle tartarughe marine, un migliore monitoraggio e meccanismi di applicazione, comprese sanzioni finanziarie.
La legge di Panama proibisce chiaramente il commercio nazionale e internazionale di tartarughe marine, parti e uova, con una stretta eccezione per l’uso di sussistenza da parte di comunità tradizionali selezionate.

Leggi come questa sono necessarie perché riconoscere che gli animali hanno diritti legali apre un percorso per salvaguardarli e proteggerli in tribunale, ha affermato Christopher Berry, avvocato dirigente presso l’Animal Legal Defense Fund.

“Questi animali hanno il diritto di esistere, indipendentemente dal fatto che ci avvantaggino o meno. Capita che ci avvantaggino in molti modi. Ma hanno il diritto di esistere, anche se non lo fanno”, ha detto Godfrey.

“Ed è bello vedere una nazione prendere questa posizione”.

Tratto da:
https://www.abc.net.au/news/2023-06-03/panama-grants-legal-rights-to-sea-turtles-rights-of-nature/102406340

Traduzione a cura di Lorenza Bettini


0 0 voti
Valutazione Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Condividi questo Articolo