Economia
Equilibrata

Un sistema completo in grado di rispondere in modo efficace e razionale ai bisogni del pianeta e di tutti i suoi abitanti.

Ricerca

Contatti

Via Poit, 8
Salorno (BZ)
info@economiaequilibrata.it
00 (123) 456 78 90

Seguici

Cinque minuti di PROUT: la proprietà

Cinque minuti di PROUT: la proprietà

La maggior parte delle persone condivide i valori di equità e di giustizia. Vogliamo che tutti siano in grado di condurre una vita felice e appagante. La realtà per gran parte del mondo è che le persone lottano duramente solo per sbarcare il lunario. Anche nelle economie avanzate, lo stress influisce notevolmente sulla qualità della vita. Abbiamo sviluppato una capacità avanzata di estrarre e processare le risorse della terra ma, prima di poterlo davvero chiamare progresso, dobbiamo assicurarci che conduca al benessere, alla felicità e alla realizzazione.

Vorremmo anche vivere bene in un modo che permetta ai nostri compagni di viaggio non umani – gli animali e le piante – di prosperare. Il Prout è un insieme di idee e pratiche che ci permettono di effettuare la transizione verso un mondo felice e fiorente.

Oggi, prendiamo in considerazione la visione del Prout sulla proprietà. Cosa significa che possiedo una penna? Ho diritti esclusivi sul suo utilizzo. Ma se la uso male, se la uso per pugnalare qualcuno, la gente me la porterà via. La proprietà non è un valore assoluto. Il benessere delle persone è un valore più importante, che pone condizioni alla proprietà. Nel corso della storia, l’umanità ha sviluppato sistemi che cercano di bilanciare il bene comune e i diritti di proprietà. Il capitalismo, il sistema oggi più diffuso, ha largamente liberato la proprietà dai vincoli del bene comune. Questo ha portato ad una crisi dell’esistenza. L’enorme ricchezza è accumulata in poche mani, le risorse sono esaurite e l’ecosistema sotto pressione collassa.

All’altro estremo del capitalismo c’erano ideali utopici di proprietà comune. Il comunismo nella pratica non riesce a soddisfare la portata dei bisogni, delle capacità e delle aspirazioni umane.

Il Prout offre un modo per migliorare il bene sia individuale che comune. Ogni vita, nel suo nucleo, si sente spinta verso il benessere a tutto tondo. Da dove viene il nostro impulso al benessere? Questo impulso è incorporato nella coscienza. Il Prout attinge sia alla spiritualità che alla scienza per stabilire la coscienza come bene comune, la matrice di tutta l’esistenza. Nell’infanzia ci crogioliamo in questo bene comune. Il nostro benessere è assicurato dalla cura della madre, espressione surrogata della voglia di benessere insita nella coscienza. Man mano che cresciamo, intraprendiamo un viaggio per plasmare la nostra realtà esterna secondo la nostra spinta interiore verso il benessere. I nostri sforzi verso la felicità sono guidati da concetti di realtà. Se queste idee costruiscono il nostro mondo esclusivamente come una realtà materiale, allora la nostra felicità dipenderà dall’acquisizione materiale. Se la nostra realtà si apre alla coscienza, alla coscienza nella benevolenza instancabile, come origine e matrice della vita, possiamo concepire la vita come un risveglio interiore alla fonte dell’amore e della vita.

Questa comprensione fornisce profondità e autenticazione alla vita che una visione materialista non riesce a darle. Toglie la pressione dal mondo limitato delle cose materiali per fornire felicità e soddisfazione. Ci permette di concepire l’universo come un bene comune – un terreno comune da usare e sviluppare in linea con l’intento sottostante della sua esistenza – per il bene e la felicità di tutti. Allo stesso modo in cui riconosciamo la proprietà di un autore rispetto al suo lavoro, riconosciamo l’universo come la proprietà del suo creatore – la coscienza indivisa, la coscienza in generale.

Quando aggiungiamo a questa visione della proprietà cosmica l’intento intrinseco del benessere a tutto tondo, abbiamo una base naturale per regolare l’utilizzo della ricchezza fisica. Come potrebbe apparire in concreto? A livello globale, dà la priorità all’accesso di tutti alle necessità fondamentali della vita e alla capacità di continuare a migliorare tali standard. L’accesso al cibo, ai vestiti, alla casa, all’istruzione e all’assistenza medica deve essere la priorità della pianificazione economica. Nel caso dei terreni, quando il benessere sostituisce il profitto, la vitalità a lungo termine degli ecosistemi è incorporata nelle norme che disciplinano l’uso del suolo.

La permacultura e altri approcci alla sostenibilità hanno dimostrato che incorporare la produzione alimentare all’interno del design naturale, come le foreste alimentari, è il metodo più efficace per fornire cibo e moderare gli estremi climatici. Laddove la terra è stata rilevata da interessi esterni, può essere gradualmente restituita alle popolazioni locali che sono in ultima analisi responsabili del suo corretto utilizzo.

In sintesi, la nostra felicità e realizzazione si basano su aggiustamenti interni della nostra coscienza in risposta ad una crescente identificazione con la sua fonte. La ricchezza fisica dell’universo fornisce un’arena per questo gioco di coscienza. Utilizzare correttamente la ricchezza fisica significa riconoscere dove si trova la vera proprietà e cercare di portare felicità e benessere in continuo aumento per tutti gli esseri. Questo è il progressivo utilizzo che sta alla base del Prout e dà forma ai principi e alle politiche del Prout.

Articolo di  Dada Jitendrananda

Tratto da: https://prout.info/five-minutes-of-prout-ownership/

Traduzione e sintesi a cura di Raffaella Simonetti


5 1 vota
Valutazione Articolo
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti

Condividi questo Articolo